ADSL spiegata semplice

ADSL: cos’è

Acronimo di Asymmetric Digital Subscriber Line (linea asimmetrica di collegamento digitale), l’ADSL è quella tecnologia di trasmissione dati utilizzata per l’accesso alla rete Internet ad alta velocità.

Perché asimmetrica? perché la ricezione dei dati avviene a velocità maggiore rispetto al loro invio.

Ma partiamo dall’inizio… Tanto tanto tempo fa, esisteva il modem telefonico, quello che quando si collegava alla rete internet teneva occupata la linea telefonica, quello che per collegarsi distruggeva i timpani con suoni gracchianti e strazianti (tipo FAX).
La sua velocità? Beh, quella degli ultimi modelli in commercio era 56kbps ed era già fantascienza! Non tutti infatti avevano collegato sul computer uno di questi apparecchi anche se la loro diffusione si stava ampliando.
56Kbps (kilobit per secondo) indica la possibilità di inviare 56.000 bit al secondo.

Un modem da 56K. Questo modello, si collegava esternamente al computer attraverso una porta di comunicazione seriale.


In Italia la tecnologia ADSL è in uso dal 1′ gennaio 2000, quando la Galactica lanciò a Milano «Power Internet» a 640 kbps (640.000 bit al secondo). Dal 26 gennaio 2000 anche Tin.it fece altrettanto per 25 città italiane. Fu un deciso passo in avanti per le comunicazioni digitali.

Ma cosa significa quando scegli una ADSL e trovi indicata la sua velocità, per esempio “fino a 20 Mega” o “fino a 100 Mega”?
È l’indicazione della velocità massima raggiungibile in condizioni ottimali dalla velocità di download (quando scarichi dati, in gergo download o anche più semplicemente down); nella scheda tecnica di ogni servizio ADSL troverai indicato separatamente anche il dato relativo all’upload (quando spedisci dati, in gergo “up”).

Perchè viene indicato “fino a”?

Perché la velocità disponibile varia in base a troppi fattori non prevedibili a priori. Potrebbe essere la distanza dalla centrale o dall’armadio o il numero di utenze collegate allo stesso apparato, la qualità del cavo di rame, dell’impianto telefonico della palazzina…

Una valore di 100 Mbps indica una velocità di 100.000 kilobit per secondo, ovvero 100.000.000 bit al secondo.

Upload è la velocità di spedizione dei dati dal nostro dispositivo verso internet, Download è la velocità di scaricamento dati da internet al nostro dispositivo.

E’ possibile attivare un servizio di ADSL ovunque?
Purtroppo no. La disponibilità di servizio è legata all’infrastruttura di rete fornita dal gestore e alla presenza di armadi (o colonnine) a cui collegarsi.
La diffusione della banda larga e il problema del digital divide rappresentano un costante oggetto di dibattito in Italia, dove la copertura ADSL è, purtroppo, ancora tutt’altro che completa.

ADSL: come funziona

Anche se l’ADSL sfrutta il doppino in rame per il passaggio dei dati, l’attivazione di una connessione a Internet non è legata per forza a un numero di telefono attivo. In questo caso, possiamo avere più scenari:

  • esiste la linea telefonica fisica, cioè il doppino telefonico che collega l’abitazione alla centrale o all’armadio più vicino: in questo caso si può già attivare l’ADSL.
  • non c’è una linea telefonica fisica: in questo caso si può attivare una ADSL “portando la linea” fisica dalla centrale e rientrare quindi nella casistica di cui sopra.
  • In presenza o meno di una linea telefonica ma scegliendo una tecnologia Wireless (via aria) per fornire la connettività. Il grande vantaggio di questa tecnologia è che raggiunge anche zone non coperte da servizio ADSL via cavo. A seconda delle tecnologie impiegate e dalla distanza dai ripetitori terrestri che forniscono il segnale, si possono raggiungere anche velocità di 30 Mbps o anche 100 Mbps.
  • Connessione tramite Fibra Ottica (di cui parleremo nel dettaglio prossimamente).

Nel caso di connessioni in rame o fibra ottica, la distanza e la qualità del cavo di rame influiscono sulle prestazioni finali della connessione. Più è ampia la distanza tra l’abitazione e la colonnina di allaccio, minore è la velocità raggiungibile.
La tecnologia ADSL ha una perdita di qualità minore sulla lunga distanza rispetto ad una fibra ottica.

Esempio di installazione ADSL Wireless Punto a punto.

Cos’è la MIGRAZIONE?

Ovviamente non stiamo parlando di avifauna ma di linee telefoniche e dati. Con migrazione si indica il passaggio da un fornitore di connettività/telefonia (in gergo provider) ad uno nuovo. È un passaggio tecnico che avviene su richiesta del cliente; Una migrazione può prevedere anche il passaggio di gestione del numero di telefono , in questo caso si parla di Number Portability.

AMPIEZZA DI BANDA

Con ampiezza di banda si definisce la velocità massima disponibile da una connessione ad internet.

Al giorno d’oggi, con l’aumentare delle funzionalità disponibili online come lo streaming video per i film, gli eventi sportivi, la telefonia digitale (VoIP) e, non ultimo con il periodo di emergenza pandemica che stiamo vivendo, sempre più applicazioni e servizi richiedono una connessione ad internet, di conseguenza anche la velocità di una connessione diventa un fattore molto più rilevante che in passato; si pensi al telelavoro (lo smart working) o la Didattica a Distanza (DAD).

Se sulla stessa rete ci sono connessi più dispositivi, si dividono la banda disponibile, limitando di fatto la velocità massima raggiungibile da ognuno. Semplifichiamo con un esempio banale: una connessione da 30 Mega di banda in download, divisa su 10 dispositivi, nel caso tutti e 10 facessero traffico contemporaneamente, renderebbe disponibili 3 Mega di banda per ciascuno. E’ necessario quindi bilanciare la banda disponibile anche in funzione dei dispositivi e della richiesta di banda delle applicazioni utilizzate sulla rete.

Lo stesso discorso vale anche per la banda in uscita (upload); la saturazione (il riempimento) della banda di upload può causare rallentamenti anche ai tempi di download. E’ da tenere presente infatti che durante un download sono presenti continue comunicazioni bidirezionali tra il dispositivo e il server che fornisce i dati; conseguentemente ad un rallentamento in uscita della comunicazione in direzione del server causerà un ritardo nella risposta del server e i dati in download, arriveranno con tempi più dilatati.

Cerchi il migliore operatore di connettività per la tua azienda?

Non esiste un’unica soluzione alla tua necessità, quello che possiamo dirti è che noi suggeriamo un operatore nazionale molto conveniente. ATTENZIONE: conveniente non significa economico, significa che ha un ottimo rapporto tra qualità, prestazioni e prezzo del servizio.

E’ un partner di WebeeConnect, (non storcere il naso, non è uno dei soliti noti grandi operatori) ed è in grado di fornire in tutta Italia, tutte le modalità di connessione (ADSL, Wireless, fibra), compresa la possibilità di unione di più tecnologie su un’unica utenza; E’ una connettività dedicata alle aziende che necessitano di elevate garanzie di funzionamento e stabilità della propria connettività; si chiama Alta Affidabilità, proprio per le sue caratteristiche.

Per maggiori informazioni ti invitiamo a contattarci, senza impegno. Potremmo esserti d’aiuto!